Nasce il primo circuito Sweet Hospitality per alberghi e ristoranti

Nasce il primo circuito della Sweet Hospitality in cui gli hotel e i ristoranti entrano in un esclusivo gruppo riconosciuto a livello internazionale per ospitalità ed accoglienza.
Non basta più puntare solo sulla cucina, ma oggi serve saper “coccolare” il cliente nel migliore dei modi, per far sì che l’esperienza si ripeta e che sia memorabile. Non si tratta di una guida asettica, ma di un sistema meritocratico in cui i migliori ristoratori e albergatori possono entrare in un esclusivo circuito con cui distinguersi con un plus di valore.
Come conferma uno studio promosso da Nestlé Professional attraverso il suo Osservatorio, su un campione di 400 tra uomini e donne di età compresa tra i 25 e i 55 anni, 7 italiani su 10 scelgono dove pranzare fuori casa facendo attenzione all’ospitalità e perché l’esperienza sia “da ripetere”, è fondamentale, oltre al rapporto qualità-prezzo, il modo in cui si viene “accolti”, racchiuso nel mix tra servizio (48,5%), atmosfera (45,5%), e dal feeling che deve scattare tra cliente e personale (30,3). Insomma, a non andare giù è che non ci si senta coccolati.
A scendere in campo per “insegnare” l’arte dell’ospitalità a gestori di hotel e ristoranti è un pool di professionisti, capitanati da un maggiordomo, emblema per eccellenza dell’accoglienza, e composto da esperti di organizzazione aziendale, di psicologia e bon ton che, in un vero e proprio master on line (scaricabile dal sito www.sweethospitality.it) si mettono al servizio degli operatori del settore per trasmettere loro i segreti di come “coccolare” nel migliore dei modi la loro clientela.
Che dire sicuramente le strutture ricettive italiane hanno bisogno di maggiore ospitalità intesa come calore che il cliente percepisce, non basta avere del buon cibo e delle camere confortevoli, serve innanzitutto passione per il proprio lavoro poi andranno bene anche i consigli sul Bon Ton, o sulla disposizione degli elementi e dei colori, la gestualità verbale e non verbale, i quali possono migliorare l’empatia con i clienti….. Interessante
Continua

Cantelmi Network Tourism

Nasce il primo circuito Sweet Hospitality per alberghi e ristorantiultima modifica: 2010-08-21T00:13:00+02:00da comunytation
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento